report sostenibilità liquigas

Liquigas -10° report di sostenibilità

Il futuro siamo noi

Siamo convinti che il successo di un’azienda passi attraverso il benessere delle persone che ne fanno parte, a tutti i livelli. Per questo abbiamo attivato una serie di progetti formativi per far crescere le competenze, confrontarsi sulle sfide energetiche di domani e promuovere una cultura della sicurezza. In più, abbiamo introdotto nuovi strumenti per favorire il lavoro da remoto. Tante iniziative per respirare un clima interno sempre più positivo e stimolante, con lo sguardo rivolto al futuro. 

INIZIATIVA FUTURE LAB

programma educativo per promuovere il dialogo interno

ADESIONE AL PROGRAMMA CARE

per diffondere la cultura della sicurezza e introduzione delle 9 Life Saving Rules 

400 NUOVI LAPTOP E TABLET

per facilitare lo smart working

SIX BATTERIES OF CHANGE

metodologia a supporto del cambiamento

Fatti e numeri chiave

Tra gennaio e ottobre 2021, in Italia sono andati persi 5,13 milioni di posti di lavoro. La colpa non è da attribuire alla rimozione del blocco dei licenziamenti o alle aziende, ma si tratta di dimissioni volontarie (solo la minima parte riguardanti contratti a termine o stagionali). “Great Resignation” è il nome che oltre oceano hanno dato a questo fenomeno di dimissioni massicci arrivato nel periodo successivo alla prima ondata pandemica, che in molti paesi ha colpito prevalentemente la fascia di lavoratori con un’età che va dai 26 ai 45 anni. Tra le cause a cui si imputa questa ondata di dimissioni ci sono la ricerca di una migliore qualità della vita, da ottenere attraverso un nuovo work-life balance, minore stress e focus sui propri interessi. Questa tendenza ha reso il benessere delle persone che lavorano in azienda una sfida ancora più determinante per il successo del business. Nonostante i due anni di pandemia ci abbiano costretto alla distanza e all’assenza di contatto fisico, la creazione di un clima interno positivo sarà un fattore determinante per riuscire a mantenere un elevato livello di fedeltà all’azienda e di soddisfazione. Tra i principali driver di retention aziendale, nel suo report sui talenti, Randstad ha individuato le competenze26. Investire sul capitale umano è fondamentale sia per aumentare la produttività, ridurre il turnover e incrementare la soddisfazione del cliente, ma anche per costruire una squadra di persone che si sentono fondamentali per l’organizzazione e siano proattivamente coinvolte nella crescita del business. Si tratta di un tema estremamente importante anche in un’ottica di Sistema Paese, visto che in Italia quasi 10 milioni di lavoratori sono sovraqualificati o sottoqualificati27

Secondo l’FSA Maturity Index sviluppato dalla società di consulenza BCG, l'Italia si trova al 34esimo posto (dopo Cile e Malesia) per skill mismatch e quasi il 40% dei lavoratori è dotato di competenze che non corrispondono a quelle necessarie al mercato del lavoro. A mancare sono soprattutto operai specializzati, informatici, tecnici e professionalità per le quali c’è un’altissima domanda sia in Italia sia all’estero, e che di fatto vengono contesi tra le aziende migliori. È un problema che riguarda tutti i settori, sia quelli manifatturieri tradizionale, che quelli più avanzati, anche a causa delle deboli competenze digitali degli italiani28. Ed è proprio il settore manifatturiero che deve fare i conti con un’altra importante questione: quella della sicurezza sul lavoro, visto che nel corso del 2021 sono morte sul lavoro 1.22129 persone (in leggera diminuzione rispetto all’anno precedente). Guardando le serie storiche dell’Inail è possibile osservare che, dopo una costante diminuzione avvenuta durante tutto il secondo dopoguerra, dagli anni Novanta il numero di morti sul lavoro si è sostanzialmente stabilizzato sui numeri odierni, a testimoniare il fatto che il problema rimane di estrema attualità e senza una chiara prospettiva di risoluzione. Su questo tema un ruolo centrale è giocato dalle aziende, che con il loro impegno devono sensibilizzare il lavoratore al rispetto della normativa sulla sicurezza e, soprattutto, devono metterlo nelle condizioni di essere quanto più al sicuro possibile dai pericoli in cui può incorrere sulla sede di lavoro e negli spostamenti su strada, visto che tra il 2014 e il 2018 metà degli incidenti nel settore dei trasporti è avvenuto a causa della perdita di controllo del mezzo .

26. Randstad, Talent Trends Report 2021.

27. BCG, Alleviating the Heavy Toll of the Global Skills Mismatch, 2021

28. OCSE, Skills Outlook 2020 - Thriving in a digital world, 2020.

29. Inail, Bollettino trimestrale denunce di infortunio e malattie professionali, gennaio-dicembre 2021

5,13 mln

Posti di lavoro persi per dimissioni volontarie tra il gennaio e l’ottobre 2021 in Italia

(Osservatorio sul precariato INPS, 2021)

10 mln

Lavoratori sovra o sottoqualificati sul mercato del lavoro italiano

(BCG, Alleviating the Heavy Toll of the Global Skills Mismatch, 2021)

1.221

Incidenti mortali sul luogo del lavoro nel corso del 2021

(INAIL, Bollettino trimestrale denunce di infortunio e malattie professionali, gennaio-dicembre 2021)

Sostenibilità e innovazione: i nostri valori condivisi

Noi di Liquigas crediamo che per continuare a crescere sia necessario che tutta l’organizzazione proceda convintamente verso gli stessi obiettivi. Questo significa coinvolgere tutte le persone che lavorano con noi per andare insieme nella stessa direzione, condividendo un’unica idea di sviluppo. Per favorire una maggiore consapevolezza delle responsabilità che ogni persona gioca nella crescita aziendale, riteniamo che siano fondamentali un allineamento continuativo e un ascolto costante, che si traducono in diverse iniziative di comunicazione e formazione.

Da un patrimonio storico a un senso d’identità

Nel 2021 come Liquigas abbiamo deciso di valorizzare i nostri quasi 100 anni di storia e il nostro contributo all’industrializzazione dell’Italia creando il Liquigas Virtual Tour, uno spazio virtuale che racconta il percorso dell’azienda a 360 gradi. Il progetto rende accessibile ai clienti e ai curiosi la nostra eredità e i nostri valori, fungendo allo stesso tempo da strumento di formazione interna che valorizza il patrimonio storico aziendale raccontando l’evoluzione realizzata, generando quindi un senso di appartenenza ancora più forte.

Liquigas Virtual tour

Il Liquigas Virtual Tour si articola in 6 stanze che ospitano contenuti grafici e audiovisivi riguardanti:

  • la nostra storia, dalla fondazione al nuovo assetto all’interno del Gruppo SHV Energy;
  • i prodotti, dalle bombole a GPL alle odierne reti canalizzate a GNL la comunicazione del brand, dall’evoluzione del logo, passando per le più importanti campagne pubblicitarie, fino alla storia della squadra ciclistica Liquigas;
  • le nostre persone, dai principali clienti business alla forza vendita rappresentata dai rivenditori locali sparsi sul territorio il futuro e tutti gli obiettivi che vogliamo raggiungere con il Piano Strategico di Sostenibilità al 2025;
  • l’auditorium, uno spazio interattivo dove è possibile assistere partecipare a eventi e meeting.

Respirare l'aria di cambiamento

Al fine di stimolare la sinergia interna, abbiamo avviato una serie di iniziative che rinforzano la partecipazione di tutti i livelli organizzativi, basate sulla metodologia “Six Batteries of Change”. 

“Six Batteries of Change” è una metodologia teorizzata dalla VLERICK Business School che affronta il cambiamento attraverso diversi livelli, utilizzando un approccio olistico e basandosi sulla gestione dell’energia utile a realizzare un cambiamento duraturo ed efficace all’interno di un’organizzazione. La metodologia si basa su sei “batterie del cambiamento”, che devono essere ricaricate e che corrispondono a sei competenze organizzative che le persone devono acquisire per portare l’organizzazione a realizzare un cambiamento di successo.

Seguendo questo approccio, nel 2021 abbiamo formalizzato una policy per la gestione delle attività progettuali e pubblicato le politiche gestionali utilizzate per i nostri progetti chiave, al fine di diffondere all’interno la conoscenza delle priorità strategiche dell’azienda. Inoltre, è stato realizzato un percorso di formazione che racconta l’evoluzione che stiamo vivendo come Liquigas e che ci ha portato alla costruzione della nostra “Narrative of Change” capace di creare consapevolezza su quali siano le competenze chiave attuali, le condizioni del mercato, e la direzione di sviluppo futuro. Inoltre, sono state definite da alcuni team di lavoro iniziative utili a migliorare il dialogo organizzativo e funzionali a rafforzare un approccio interfunzionale ai problemi. Un’ultima iniziativa nata per promuovere il dialogo interno è il Future Lab, un progetto che nasce dall’esigenza di comprendere l’attuale contesto di transizione energetica. In un momento in cui l’informazione dà ampio spazio al dibattito sulle energie rinnovabili, vogliamo impegnarci per dare risposta alle tante domande sul presente e sul futuro. Il Future Lab consiste in cinque incontri webinar con esperti esterni per comprendere meglio gli scenari internazionali e le sfide del settore energetico. Gli incontri sono accessibili online da tutte le persone di Liquigas e, prima di ogni incontro, un gruppo di dieci colleghi, si fa carico di rendere l’incontro più partecipato e coinvolgente, promuovendo una riflessione sulle tematiche in oggetto, preparando alcune domande per i relatori e i key message, e occupandosi operativamente dello svolgimento e della moderazione del webinar. La squadra garantisce quindi un’attiva partecipazione di persone motivate e curiose e assicura che le testimonianze degli esperti esterni siano in grado di soddisfare tutte le curiosità e gli interessi dei colleghi

Crescita collettiva attraverso la formazione individualizzata  

Siamo un’azienda in evoluzione e questo ci porta a dover aggiornare costantemente le competenze delle nostre persone. Nel 2021 sono stati offerti corsi di formazione destinati alle funzioni di diversi ruoli aziendali. Tra gli altri, a maggio è stato lanciato un percorso sull’uso di PowerBI dedicato agli analisti dati, mentre nello stesso periodo il personale del customer care ha partecipato a una formazione sull’uso dell’applicativo SAP per la gestione del contatto con i clienti. Sul fronte della sostenibilità ambientale, nei corsi obbligatori sulle procedure di sicurezza per gli autisti è stato introdotto il tema dello stile di guida efficiente. Avviata nel 2020, la Sales Academy dedicata alla forza vendite è giunta alla sua seconda edizione. Il percorso formativo copre importanti temi per la vendita, inclusi i fatti chiave sui grandi impianti Liquigas, lo sviluppo dei clienti industriali, e l’intelligenza emotiva applicata alle tecniche di vendita. Nel corso del 2021 l’iniziativa è stata estesa anche ai nuovi ingressi di Friulanagas, al fine di allinearli alle strategie aziendali. Anche per questo, il corso di Sales Academy è stato aggiornato per includere un modulo dedicato al GNL e i suoi vantaggi in termini di sostenibilità ambientale, con l’obiettivo di allineare il personale di vendita e di conseguenza i clienti su come cambieranno il portafoglio prodotti e la mission aziendale nei prossimi anni. 

Promozione della cultura di sicurezza

La sicurezza è uno dei nostri valori fondanti, un elemento strategico, uno dei pilastri del Piano Strategico di Sostenibilità che ci guiderà verso il 2025. Garantire la tutela della salute e della sicurezza a livello strategico significa stabilire obiettivi a lungo termine, diffonderne la cultura e le best practice lungo tutta la catena del valore, renderla un fattore capace di generare vantaggi competitivi, e creare un’immagine di marca associata alla sicurezza per fornitori, dipendenti e clienti. L’obiettivo che ci siamo posti è ambizioso: arrivare a zero infortuni entro il 2025. Un risultato del genere può essere ottenuto soltanto attraverso la capillare diffusione della cultura della sicurezza all’interno dell’organizzazione, ma anche fra i collaboratori esterni e i clienti. È un impegno che prosegue ormai da più di dieci anni, trovando le sue origini nel progetto LiquiCare del 2011. Questo progetto, sviluppato negli anni tramite survey, workshop e roadshow nazionali che hanno visto il coinvolgimento degli autisti e di tutte le figure più esposte dal punto di vista della sicurezza, è confluito nel programma CARE, sviluppato da SHV Energy a livello di Gruppo.

CARE: la cultura della sicurezza a ogni livello organizzativo

Nel 2021 abbiamo aderito a CARE, il programma di SHV Energy per diffondere la cultura della sicurezza in tutte le società del Gruppo. L’obiettivo di CARE è di promuovere un ambiente privo di incidenti e infortuni, ponendo l’accento sul contenimento e sulla gestione proattiva dei rischi attraverso l’intervento preventivo, per creare un ambiente di lavoro più sano, più felice e più produttivo. Il programma è suddiviso in quattro fasi che coinvolgono in sequenza un gruppo ristretto di responsabili del progetto, il National Management Team, i front-line managers e supervisori e, infine, tutto il nostro personale. Si tratta di un meccanismo a cascata, in cui ogni gruppo si occupa della formazione per il gruppo coinvolto nella fase successiva, ingaggiando quindi le persone a tutti i livelli dell’organizzazione in una conversazione attiva e partecipata. 

“Promuovere un ambiente privo di incidenti, quasi incidenti e infortuni per tutti i dipendenti SHV Energy, gli appaltatori e i clienti. Essere orgogliosi di fare la cosa giusta, poiché la salute e della sicurezza devono essere naturalmente incorporate in tutte le attività intraprese, per poter garantire che il rischio sia eliminato o ridotto al livello più accettabile possibile”. La visione del programma CARE

Gli argomenti oggetto di CARE includono riflessioni sul perché accadono gli incidenti, sui meccanismi di controllo e prevenzione, e su come adottare la corretta mentalità per prevenirli. Incoraggiando la conversazione su questi argomenti, puntiamo a trasformare l’approccio con cui le persone affrontano il tema della sicurezza: vogliamo promuovere il passaggio da un approccio reattivo e limitato al rispetto dei requisiti minimi di compliance, a un atteggiamento proattivo, in cui ciascuno internalizza pienamente l’importanza della sicurezza. 

Abbiamo rivisto anche le nostre abitudini quotidiane: in ciascun briefing abbiamo introdotto un “Safety Moment” e gli obiettivi di sicurezza sono stati integrati nelle valutazioni delle prestazioni di tutte le nostre persone. Inoltre, sono state introdotte 9 Life Saving Rules, regole che possono prevenire gli infortuni con gravi conseguenze, e 7 mental habits, che facilitano il rispetto delle Life Saving Rules.

9 LIFE SAVING RULES

  1. Responsabilità personale in ambito salute e sicurezza 
  2. Mantenimento del gas sotto controllo
  3. Metodi di lavoro sicuri
  4. Isolamento dell’energia
  5. Lavori in quota
  6. Gestione ingegneristica delle modifiche
  7. Gestione degli appaltatori
  8. Guida e veicoli
  9. Registrazione degli incidenti

7 MENTAL HABITS

  1. Do il buon esempio, rendendo visibile il mio impegno
  2. Faccio domande e incoraggio le conversazioni su salute e sicurezza
  3. Segnalo tutti gli incidenti e i near misses
  4. Comincio sempre pronto su salute e sicurezza
  5. Parlo di salute e sicurezza e ne sottolineo l’importanza
  6. Sto attento e mi adatto ai cambiamenti
  7. Tengo alla salute e sicurezza dei miei colleghi 

Attrezzati per un lavoro sicuro 

Oltre alla cultura e alla mentalità, la salute e la sicurezza delle nostre persone è tutelata anche da strumenti tecnologici adatti alle condizioni di lavoro tipiche del settore. Si tratta di precauzioni che vanno pensate su misura delle diverse esigenze considerando, per esempio, che gli autisti si trovano spesso in prossimità delle bombole e dei serbatoi in custodia ai nostri clienti o ai rivenditori terzi. È quindi necessario fornir loro dispostivi mobili con caratteristiche speciali. Per questo motivo, nel 2021, è stato rinnovato l’intero parco cellulari, inclusi 400 dispositivi per autisti e operatori Liquigas conformi alla direttiva europea ATEX, riguardante gli apparecchi destinati a lavorare in atmosfera potenzialmente esplosiva

Nel 2021 è stato inoltre testato Acquinas EcoOnline, un software acquisito da SHV Energy che ha lo scopo di raccogliere in modo sistematico gli eventi significativi dal punto di vista della sicurezza, sia quelli che hanno portato a incidenti che i near misses, ovvero le circostanze in cui l’incidente non si è verificato per pura coincidenza. Liquigas è stata scelta tra tutte le Business Unit del Gruppo SHV per effettuare il test pilota dell’applicativo e 150 dei nostri dipendenti distribuiti su 6 siti in Italia hanno iniziato ad utilizzare il software in ottobre. Acquinas permette di segnalare qualsiasi osservazione di salute e sicurezza, anche senza impatti effettivi, se il segnalatore ritiene che quanto accaduto potesse condurre a un incidente. Per fare un esempio, qualsiasi rilascio, anche trascurabile, di GPL in fase di scarico del bilico deve essere registrato, anche se non ha innescato o investito l’operatore travasista. 

Il Digital Workplace a 360°

Per rendere il lavoro da remoto accessibile a tutti, il nostro dipartimento IT ha introdotto nuovi strumenti tecnologici. Dal punto di vista dei software, nel 2021 abbiamo integrato la soluzione Microsoft 365 per il business, e iniziato a convertire la rete che connette i diversi siti Liquigas sul territorio a un approccio SD-WAN (Software-Defined Wide Area Network), una tecnologia che svincola il traffico dei dati dagli hardware e permette una maggiore flessibilità nella governance e accesso, nonché una maggiore affidabilità e capacità di gestione del traffico dati. Per quanto concerne gli hardware, Liquigas ha acquistato 400 laptop e dei nuovi tablet per facilitare lo smart-working, sostituendo i dispositivi più obsoleti e allineando tecnologicamente i dipendenti provenienti da Friulanagas. È stato riorganizzato l’IT Service Desk per garantire una maggiore accessibilità e disponibilità alle nostre persone, anche da remoto. Infine, abbiamo adottato due sistemi di gestione dei rischi. Il primo è il Global Incident Management, un processo codificato da SHV Energy e utilizzato per gestire il ciclo di vita di tutti gli incidenti, con l’obiettivo di ripristinare il servizio riducendo al minimo qualsiasi impatto negativo sul business. A questo si aggiunge il Disaster Recovery, un sistema di governance per mantenere le capacità di reazione a fronte possibili disastri che rendono indisponibili i datacenter. Il processo di Disaster Ricovery coinvolge gli utenti tramite una formazione continua sugli aggiornamenti dei protocolli e sui test di simulazione.